TRICOPIGMENTAZIONE: UNA BUONA RC PROFESSIONALE NON PUÒ MANCARE

 In Approfondimenti, News, RC Professionale

Se la moda, il cinema e la tv hanno sfatato il tabù della perdita di capelli facendo diventare cool i calvi del grande e piccolo schermo, per molti la perdita di capelli è un fatto estetico difficile da digerire soprattutto se legato alle cure oncologiche, traumi o gravi infortuni che hanno lasciato cicatrici sia sulla testa che nel cuore. Oggi però il tatuaggio estetico può fare molto per loro: la parola magica è tricopigmentazione.

Cos’è la tricopigmentazione?
RC professionale Tricopigmentazione: quale scegliere e perchè
Come sottoscrivere una RC Tricopigmentazione
Perché scegliere BIG Insurance Brokers

Cos’è la tricopigmentazione?

La tricopigmentazione rientra nella branca della micropigmentazione cutanea utilizzata ad esempio per trucco permanente o tatuaggi, ma evolutasi per simulare nel cuoio capelluto la presenza di capelli consentendo una copertura in zone soggette a calvizie androgenetica o altri tipi di alopecia. Non solo. Rientra nella tricopigmentazione anche il trucco permanente atto ad infoltire le sopracciglia e le ciglia.  Come il trucco, la tricopigmentazione può essere permanente (la scomparsa è blanda, ha un alto costo iniziale e bassa manutenzione) o temporanea (progressiva scomparsa del trattamento, il costo iniziale contenuto, manutenzione costante).

A praticarla sono tatuatori ed operatori estetici specializzati nel trucco permanente e semi-permanente: professionisti che al pari di un medico, svolgono la propria professione a diretto contatto con la salute del cliente. Considerando il forte aumento di richieste di tricopigmentazione che il mercato registra, avallato dal nascere di corsi di specializzazione dedicati (qui alcuni esempi) è assai opportuno munirsi di strumenti adeguati al corretto e sereno svolgimento della professione.

RC PROFESSIONALE TRICOPIGMENTAZIONE: perché farla e quale scegliere?

Sbagliare il tratto o il colore, ottenere risultati diversi da quelli previsti dal cliente, mette di certo in difficoltà non solo il paziente, ma anche il professionista che potrà essere accusato di cattiva pratica.

Nei casi peggiori può accadere che il paziente incorra in problemi di salute dovuti alle sostanze iniettate sottopelle: dermatiti, rush cutanei fino allo shock anafilattico. Oppure, capita che né il paziente né il professionista individuino una patologia come la dermatite seborroica o qualsiasi tipo di infiammazione del cuoio capelluto in atto al momento della pratica del trattamento, caso in cui la procedura è assolutamente controindicata in quanto la vasodilatazione e la stimolazione del sistema immunitario determinerebbe la scomparsa del pigmento e un peggioramento dello stato di salute del tessuto epiteliale.

Perché scegliere BIG

BIG, parte del network MARSH, leader mondiale nell’intermediazione assicurativa e nella consulenza sui rischi, è in grado di proporre prodotti assicurativi più affidabili ai prezzi migliori del mercato. A dirlo sono i fatti e 15 anni di esperienza.

Come proteggersi da denunce o errori professionali?

Se è vero che il documento di autocertificazione che il paziente deve obbligatoriamente sottoscrivere prima di sottoporsi a un trattamento di tricopigmentazione può in parte tutelare il professionista, non tutto si può prevedere.

Come già indicato in un articolo dedicato all’RC tatuatori esistono formule assicurative che coprono il professionista in caso di danni sanitari dettati da negligenza, imprudenza o imperizia, e da tutte quelle violazioni inerenti l’esercizio professionale.

BIG Insurance Brokers ha individuato nel mercato offerte vantaggiose per la messa in sicurezza di chi pratica la tricopigmentazione: assicurazioni che in caso di danni dimostrabili, verificabili e giudicabili secondo il codice civile e penale, potranno mettere in moto la macchina del risarcimento e della tutela legale in favore del professionista assicurato.

Con BIG INSURANCE BROKERS

RC professionale Tatuatori

e Operatori Estetici

a partire da 291€ all’anno!

*Le informazioni riportate non costituiscono contratto e non impegnano il broker o l’assicuratore per il quale valgono le condizioni contrattuali sottoscritte tra le parti. Leggere attentamente il set informativo di polizza prima della sottoscrizione.

Recommended Posts