Rc professionale medici ginecologi

 In News, Piani Aziendali, RC Professionale

Perché è importante stipulare una polizza RC professionale Ginecologi?

Stipulare un Polizza RC professionale Ginecologi non è solo opportuno e conveniente, ma è altresì obbligatorio come da ultimo indicato dall’ ex art 10 della Legge Gelli Bianco che impone a tutti i medici che svolgono la delicatissima attività della Ginecologia e Ostetricia di sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile Professionale e Tutela.

Vissuta talvolta come una tassa, in realtà avere una polizza significa poter contare su una garanzia che permetta al Medico di tutelare oltre che il proprio patrimonio, anche i propri pazienti da eventuali errori professionali.

Ginecologi: quale assicurazione scegliere?

Il mercato delle polizze professionali per i medici ginecologi riserva di massima due scelte di copertura assicurativa: l’una prevede un’assicurazione che tutela il rischio professionale della ginecologia con assistenza al parto con conseguente inclusione degli interventi chirurgici, l’altra limita la copertura assicurativa alla sola attività ambulatoriale escludendo quindi l’assistenza al parto, la fecondazione assistita e gli interventi di chirurgia. In base a questa dicotomia, i prodotti assicurativi e le relative tariffe si differenziano in maniera sostanziale.

Distinguere tra diverse polizze per trarre i maggiori vantaggi

Esistono diverse sfumature da considerare, determinate da luogo in ci si esercita l’attività medica, dagli anni di attività svolti dal medico ginecologo e dalla sensibilità dello stesso medico in fatto di coperture assicurative accessorie, che spesso diventano di vitale importanza per la propria attività, il proprio patrimonio e la propria famiglia, oltre che il paziente stesso.

BIG INSURANCE BROKERS distingue così le categorie dei medici ginecologi che si rivolgono a lei per stipulare le propria polizza.

  • Ginecologo Ostetrico Dipendente di struttura sanitaria pubblica
  • Ginecologo Ostetrico Dipendente di struttura sanitaria privata
  • Assicurazione Ginecologo Ostetrico Libero Professionista
  • Assicurazione Ginecologo Ambulatoriale
  • Assicurazione Ginecologo con assistenza al parto
  • Ginecologo libero professionista solo fecondazione assistitav

L'RC Ginecologo in breve

YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

Cosa prevede e quanto costa la polizza RC medico Ginecologo?

Per i ginecologi dipendenti da struttura sanitaria pubblica e/o privata la copertura mira ad assicurare il cliente sulla colpa grave a fronte di un premio assicurativo che parte dalle 380€ annui. La situazione contrattuale per chi è assunto viene infatti equiparata tra pubblico e privato come indicato dall’art. 10 comma 3 della Legge Gelli Bianco.

Diverso se il medico agisce come libero professionista. In tal caso il medico dovrà sostituirsi alla struttura ospitante la quale, a sua volta assicurata, si rivarrà sul medico per la colpa grave. In questo caso a determinare i prezzi di una rc professionale medico ginecologo sarà il giro d’affari annuo, elemento imprenscindibile, insieme alla retroattività, per calcolare il premio annuo del professionista. Per chi ha appena iniziato la professione il premio annuo si aggira attorno ai 425€ per coprire massimali fino a 5 milioni di euro.

Per quanto concerne l’assicurazione ginecologo ambulatoriale il premio parte dai 2100€ all’anno. Una cifra nettamente più alta rispetto alla precedente il cui prezzo è tuttavia giustificato dal grado di rischio che attività comporta essendo carica di urgenze, attività chirurgiche e numero di pazienti.

Premi e massimali salgono quando il ginecologo effettua assistenza al parto e applica la fecondazione assistita: poiché tutto è commisurato all’incidenza del rischio lo svolgimento di queste attività determina un’assunzione di responsabilità civile e penale molto alta.

RC medico Ginecologo a retroattività illimitata

Il medico ginecologo è passibile di denuncia per :

  • una diagnosi sbagliata;
  • una diagnosi ritardata (il cui ritardo ha generato complicazioni nelle condizioni di salute);
  • un’omissione sugli esami da eseguire (che avrebbero chiarito le condizioni di salute);
  • un intervento chirurgico eseguito in modo errato;
  • una cattiva gestione delle cure successive ad un intervento.

La denuncia e/o la richiesta di risarcimento può essere fatta “in diretta” ovvero può arrivare anche dopo anni dalla visita/operazione entro un limite di 10 anni. Chi esercita da diverso tempo, nel momento della sottoscrizione di polizza, deve calcolare a ritroso il tempo di attività e definire insieme al broker la retroattività della propria polizza.

Ginecologi: quando incorre la colpa grave e come risponde l’RC?

L’RC professionale ginecologi diventa fondamentale quando incorre la colpa grave se il medico opera all’interno di una struttura organizzata (pubblico o privata). Si pensi che entro un anno dalla sentenza di condanna della struttura questa si può rivalere sul medico fino a max 3 volte la RAL.

Quali sono le polizze accessorie di una RC Professionale Ginecologi?

Purtroppo è un dato di fatto: la classe medica è sempre più spesso nel mirino della magistratura per l’oggetto della professione ovviamente, ma vuoi una situazione d’urgenza ormai quotidiana in diverse strutture sanitarie, vuoi la facilità con cui oggi si è soliti intraprendere azioni legali, il punto è che il medico ha motivo per preoccuparsi. Per ovviare a questo difetto, il mondo assicurativo dispone di strumenti atti a tutelare il medico in caso di vertenze legali e citazioni in giudizio da parte del paziente o dei familiari dello stesso. Per questo, soprattutto quando il medico ginecologo opera in sala parto e si occupa di fecondazione assistita, consigliamo sempre di avvantaggiarsi con una polizza di tutela legale adeguata al grado di rischio cui ogni giorno è sottoposto. Se poi lavora in una struttura pubblica, dovrebbe contemplare la copertura delle spese legali nel procedimento verso la corte dei conti, normalmente non incluso nelle polizze di tutela legale tradizionali.

Un’altra polizza molto utile è la Polizza sanitaria da contagio, una polizza che arricchisce la sanitaria di un quid in più e che copre il medico in caso venga infettato da HIV, epatite B ed epatite C.

L’assicurazione professionale sanitaria medico ginecologo diventa più che mai necessaria in questo periodo storico. Stando alla cronaca infatti, sembrano aumentare le incidenze di infezione causate da malattie sessualmente trasmissibili, spesso non guaribili. Entrando in pieno contatto con le aree genitali, la copertura assicurativa permetterebbe al medico riversare gli oneri di esami e cure mediche all’ente assicurativo nonché di riceve un’eventuale risarcimento pecuniario qualora l’infezione risulti talmente grave da non poter più continuare ad esercitare la propria professione.

Chiedi consiglio e ottieni informazioni personalizzate direttamente a BIG Brokers.

Esistono delle convenzioni per l’RC Ginecologi?

Ogni compagnia assicurativa, in accordo con gli enti di riferimento, è solita stipulare convenzioni che offrono condizioni di vantaggio per gli associati. Tuttavia è bene essere consapevoli che si tratta sempre di contrattazioni economiche che non sempre rispondono all’effettiva necessità assicurativa del medico aderente. Per questo è bene partire dalla convenzione per arrivare a un tailor made davvero efficace. Un servizio che solo un broker assicurativo è in grado di offrire.

Anche su questa RC, BIG INSURANCE BROKERS ha la possibilità di offrire diverse opzioni di copertura. Quale partner di MARSH, leader mondiale nella intermediazione assicurativa e nella consulenza sui rischi, possiamo offrire quanto incluso  nella convenzione con la Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica e Metodologie Biofisiche (scarica qui il pdf). I vantaggi offerti da BIG INSURANCE BROKERS non si limitano però solo agli associati SIEOG: ogni professionista si rivolge a noi vedrà realizzato il proprio piano su misura.

Domande

Come si comporta l’assicurazione nel caso in cui il ginecologo:

abbia a che fare con un aborto cui seguono complicazioni?

abbia a che fare con una paziente affetta da malattie sessualmente trasmissibili e venga infettato?

sia denunciato per non aver riconosciuto complicazioni del feto?

sia denunciato per non aver riconosciuto complicazioni nella madre?

In tutti i casi sopracitati, l’assicurazione è tenuta a intervenire. In particolare se il paziente fa richiesta di risarcimento danni (sinistro) o se manifesta l’intenzione di farlo (circostanza), la compagnia deve essere avvisata così da attivare l’iter assicurativo che prevede la raccolta dei dati, la verifica e la perizia. Se si tratta di sinistro avvenuto presso struttura (pubblica o privata che sia) la compagnia deve essere avvista nel momento stesso in cui al medico viene notificata la circostanza/sinistro.

*Le informazioni riportate non costituiscono contratto e non impegnano il broker o l’assicuratore per il quale valgono le condizioni contrattuali sottoscritte tra le parti. Leggere attentamente il set informativo di polizza prima della sottoscrizione.

Recommended Posts