In News, Piani Aziendali, polizza D&O, Protezione patrimonio

In un contesto economico e sociale sempre più complesso e litigioso, per aziende ed enti è sempre più importante assicurare la serenità delle persone che ricoprono ruoli decisionali o di rappresentanza – siano esse amministratori o componenti di organi sociali o altre cariche – che, in quanto tali, sono esposte a diversi profili di responsabilità.

La polizza D&O spiegata da Valentina Papeti nell’intervista rilasciata a We Wealth

Il numero di Settembre  2023 di WeWealth pubblica un’intervista a Valentina Papeti, Relationship Manager di BIG Brokers, a cura di Antonio Murtas nella quale vengono evidenziati i vantaggi della “Directors and Officers Liability Insurance”, una polizza che tutela gli amministratori, i top manager, il patrimonio economico e reputazionale dell’azienda dalle conseguenze degli errori nello svolgimento delle loro attività lavorative.

Per approfondire l’argomento contatta gli specialisti BIG, scorri la pagina in fondo per chiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

Polizze D&O, un paracadute per l’imprenditore e la sua azienda

La “Directors and Officers Liability Insurance” protegge amministratori e manager salvaguardando il patrimonio economico e reputazionale dell’azienda dalle conseguenze degli errori di dirigenti e top manager

In un contesto economico e sociale sempre più complesso e litigioso, per aziende ed enti è sempre più importante assicurare la serenità delle persone che ricoprono ruoli decisionali o di rappresentanza, siano esse amministratori o componenti di organi sociali o altre cariche. In quanto tali, sono esposte a diversi profili di responsabilità. Per venire incontro a queste esigenze di tutela, il mercato assicurativo mette a disposizione le polizze D&O, grazie alle quali aziende, imprenditori e organizzazioni di altra natura possono tutelare il patrimonio, la professionalità e la reputazione delle proprie key-person. Valentina Papeti, Relationship Manager di BIG Brokers, spiega come funzionano.

Che cosa sono le polizze D&O e quali tipologie di rischio coprono?

La polizza D&O (“Directors and Officers Liability Insurance’), è un tipo di assicurazione che tutela dirigenti e amministratori in caso di azioni legali contro di loro per presunti errori, negligenza o violazioni delle leggi nel corso delle attività aziendali.

La polizza D&O copre sia le spese di resistenza in giudizio che gli eventuali risarcimenti derivanti in caso di soccombenza e può essere attivata con retroattività illimitata, offrendo così tutela anche verso richieste di risarcimento relative a condotte erronee tenute antecedentemente rispetto al periodo di assicurazione e non ancora note.

Ma non è tutto: in copertura, infatti, può rientrare anche il management delle società controllate, precedenti, attuali e future, oltre che il management nominato dalla società contraente nell’ambito di società partecipate. A ciò si affianca la possibilità di assicurare per le medesime fattispecie oltre agli amministratori anche la società stessa. Un’eventualità molto rilevante considerando che, in virtù della disciplina 231/01 e dei vari reati presupposto che nel tempo sono stati integrati ad essa, è proprio la società come ente ad essere esposta ad una serie di rischi propri che devono essere tenuti in grande considerazione.

In quali situazioni la loro sottoscrizione è consigliata?

Dirigenti e amministratori operano in un ambiente economico sempre più diversificato e complesso ed è indubbio che essi abbiano maggiori probabilità, oggi rispetto che al passato, di trovarsi indagati o citati personalmente in giudizio in ragione semplicemente del loro ruolo ovvero a seguito di proprie decisioni o azioni nello svolgimento del loro ruolo. Per questo motivo, la polizza D&O è consigliata per le aziende di qualsiasi dimensione, sia pubbliche che private. Diventa invece imprescindibile sottoscriverla quando ci sono amministratori e dirigenti esposti a decisioni che potrebbero portare ad azioni legali in conseguenza a controversie con dipendenti, azionisti, clienti, fornitori, autorità o altre parti interessate, a causa di presunti errori, negligenza o violazioni delle leggi. Infine, può essere utile nelle aziende che operano in settori ad alto rischio o in situazioni in cui potrebbero sorgere conflitti di interesse.

Quali sono le aree di particolare rischio da tenere in considerazione?

Generalmente, professionisti e aziende tendono a sottovalutare la rilevanza e il peso economico che le spese legali o un eventuale risarcimento possono comportare. È per questo che la polizza D&O costituisce un grande vantaggio, in quanto l’assicurato può disporre immediatamente della liquidità necessaria per affrontare una richiesta di risarcimento per uno dei rischi di ruolo assicurati in polizza.
Per fare un esempio, un primo settore di rilievo è sicuramente quello legato al tema della tutela della privacy e all’ applicazione del GDPR, il regolamento dell’Unione Europea che disciplina la protezione dei dati personali dei cittadini dell’UE e che riguarda la raccolta, l’elaborazione e la gestione dei dati personali, funzioni che rientrano tra le responsabilità degli amministratori e dei dirigenti di aziende ed enti. Una tutela ben strutturata all’interno di una polizza D&O risulta quindi di primaria importanza per quelle aziende che gestiscono una massa notevole di dati sensibili, come accade ad esempio in ambito sanitario a qualunque livello.

Un altro esempio?

Un altro esempio è quello delle aziende la cui attività può esporre dipendenti e terzi ad un alto rischio di infortuni, come accade nel settore dell’edilizia. In queste realtà, la disciplina relativa alla sicurezza sul lavoro risulta particolarmente severa nei confronti di coloro che all’interno della struttura ricoprono incarichi di responsabilità.Tali figure, infatti, potrebbero essere chiamate a rispondere anche in sede penale nel caso di gravi infortuni occorsi a un dipendente nell’ambito dell’attività o in generale in un momento in cui è sotto la responsabilità del datore di lavoro (per esempio durante una trasferta).
Ancora, le polizze D&O possono rivelarsi particolarmente preziose per le aziende la cui attività espone a rischio di natura ambientale. Al di là dei costi di ripristino, potenzialmente enormi di per sé, sussistono responsabilità anche in capo agli elementi apicali dell’azienda che possono essere coperte quantomeno dal punto di vista delle spese legali con la polizza D&O.

Quali delle più recenti novità normative hanno un particolare impatto per questo tipo di copertura?

In primo luogo, la riforma della crisi d’impresa introdurrà senz’altro profili di responsabilità più ampi nei confronti degli amministratori, alla luce dei nuovi obblighi organizzativi, amministrativi e contabili e dei doveri procedurali in caso di sofferenza che il management dell’azienda sarà tenuto a rispettare. In caso di mancato rispetto di tali obblighi, infatti, quest’ultimo sarà tenuto a rispondere col proprio patrimonio nei confronti dei creditori dell’azienda.
L’evoluzione del diritto del lavoro, in secondo luogo, ha portato a profonde modifiche delle relazioni tra dipendenti e datore di lavoro, che vede adesso estesa la propria area di responsabilità. Anche in questo caso la polizza D&O può rivelarsi un asso nella manica, potendosi essa costruire in modo tale da includere anche una RC Datoriale, che ha come oggetto di copertura le richieste di risarcimento avanzate dai dipendenti nei confronti della società, amministratori o dirigenti in relazione a controversie di lavoro ed eventuali atti illeciti, reali o presunti, inerenti al rapporto di lavoro subordinato.

(fonte: We Wealth)

Recommended Posts