Decreto Transizione 5.0, polizza assicurativa obbligatoria per i soggetti certificatori

Sono stati chiariti i dubbi riguardo le figure professionali abilitate alla certificazione dei requisiti richiesti dalla nuova normativa Decreto attuativo di Transizione 5.0, parte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), finanziato dai fondi europei del Next Generation EU, che mira a promuovere la transizione ecologica e digitale del Paese.

Un bonus che premia le imprese che scelgono l’innovazione all’insegna della sostenibilità e che impone l’obbligo di un’adeguata polizza assicurativa per soggetti certificatori.

I soggetti certificatori

Nella prima stesura, sembravano esserci dubbi relativamente alle figure professionali abilitate alla certificazione dei requisiti richiesti dalla nuova normativa Decreto attuativo di Transizione 5.0.

Le interpretazioni sono risultate incerte in quanto sembrava che i soggetti abilitati al rilascio delle certificazioni necessarie alle imprese per accedere al bonus fossero, solo ed esclusivamente, gli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) e le Energy Service Company (ESCo). Un punto chiarito dal Decreto attuativo di Transizione 5.0 grazie ad un un elenco di categorie di professionisti abilitati a rilasciare le certificazioni tecniche per la riduzione dei consumi energetici.

Chi può rilasciare le certificazioni tecniche per la riduzione dei consumi 

Le certificazioni tecniche riferite alla riduzione dei consumi energetici possono essere “rilasciate da uno o più valutatori indipendenti, riconosciuti in una delle seguenti categorie: 

  1. a) gli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE), certificati da organismo accreditato secondo la norma UNI CEI 11339;
  2. b) le Energy Service Company (ESCo), certificate da organismo accreditato secondo la norma UNI CEI 11352;
  3. c) gli organismi di valutazione della conformità accreditati ai sensi di almeno uno dei seguenti standard di accreditamento nella loro versione in vigore:

1) UNI CEI EN ISO/IEC 17029; 

2) UNI EN ISO 14065; 

3) UNI CEI EN ISO/IEC 17021-1, specificatamente per lo standard UNI CEI EN ISO 50001:2018; 

4) UNI CEI EN ISO/IEC 17024, specificatamente per lo standard UNI CEI 11339; 

5) UNI CEI EN ISO/IEC 17065, specificatamente per lo standard UNI CEI 11352; 

  1. d) gli ingegneri iscritti nelle sezioni A dell’albo professionale in possesso dei seguenti diplomi di laurea:

1) L07 Lauree in Ingegneria Civile e Ambientale; 

2) L09 Lauree in Ingegneria Industriale; 

3) LM20 Lauree Magistrali in Ingegneria Aerospaziale e Astronautica; 

4) LM22 Lauree Magistrali in Ingegneria Chimica; 

5) LM23 Lauree Magistrali in Ingegneria Civile; 

6) LM25 Lauree Magistrali in Ingegneria dell’Automazione; 

7) LM28 Lauree Magistrali in Ingegneria Elettrica; 

8) LM29 Lauree Magistrali in Ingegneria Elettronica; 

9) LM30 Lauree Magistrali in Ingegneria Energetica e Nucleare; 

10) LM33 Lauree Magistrali in Ingegneria Meccanica; 

11) LM34 Lauree Magistrali in Ingegneria Navale. 

Obbligo di copertura assicurativa per i certificatori Transazione 5.0 

Come recita l’articolo 14. al punto 7) nel documento emanato dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze: 

“Al fine di tenere indenni le imprese in caso di errate valutazioni di carattere tecnico ovvero di non veridicità delle certificazioni da cui consegue la decadenza dal beneficio, i soggetti di cui al comma 5 sono tenuti a dotarsi di idonee coperture assicurative, stipulando una specifica polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale adeguato al numero delle certificazioni rilasciate e agli importi dei benefici derivanti dai progetti di innovazioni cui si riferiscono le certificazioni garantendo all’impresa e al bilancio dello Stato il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’attività prestate.

Il bonus che premia le imprese che scelgono l’innovazione all’insegna della sostenibilità  

Il Decreto Transizione 5.0 è una normativa italiana parte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), finanziato dai fondi europei del Next Generation EU, che mira a promuovere la transizione ecologica e digitale del Paese. 

Quali sono gli obiettivi principali del Decreto Transizione 5.0

  1. Transizione Ecologica: Favorire pratiche sostenibili, migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di CO2, come piantare alberi in una città per migliorare l’aria e ridurre l’inquinamento.
  2. Transizione Digitale: Supportare la digitalizzazione delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, simile a passare da vecchi archivi cartacei a sistemi digitali che velocizzano i processi.
  3. Sviluppo delle Competenze: Promuovere la formazione in ambiti cruciali per la transizione ecologica e digitale, come imparare a usare nuove tecnologie per migliorare il lavoro quotidiano.
  4. Incentivi e Agevolazioni: Offrire agevolazioni fiscali e contributi a fondo perduto per le aziende che investono in tecnologie verdi e digitali, come fornire incentivi a chi installa pannelli solari.
  5. Certificazioni e Standard: Definire i criteri per le certificazioni tecniche riguardanti la riduzione dei consumi energetici, assicurando che solo professionisti qualificati possano rilasciare queste certificazioni.

Un decreto che punta a creare un ambiente che favorisca l’innovazione e la sostenibilità, facilitando la transizione verso un’economia più verde e digitalizzata. 

Transizione 5.0, le soluzioni assicurative per Professionisti 

BIG Insurance Brokers può contare su team di esperti specializzati in polizze RC Professionali e su un’ampia di primarie compagnie assicurative, nazionali ed internazionali, in grado di offrire soluzioni complete e progettate su misura per chi si occupa di specifiche attività professionali come gli Ingegneri, soggetti interessati al rilascio delle certificazioni necessarie. 

Sono polizze RC professionali mirate e personalizzabili, che proteggono l’esercizio della professione da eventuali danni involontariamente causati ai propri clienti e da una serie di imprevisti che possono capitare all’interno dello studio professionale e che vanno a garantire coperture specifiche come quella richiesta dal decreto Transizione 5.0 

Chiedici un preventivo! La polizza RC richiesta dal Decreto attuativo di Transizione 5.0 rientra nei nostri punti di forza e siamo certi di poter offrire le migliori quotazioni presenti sul mercato. Contattaci per ricevere una consulenza gratuita e senza impegno. 

Fonte: Decreto Transizione 5.0 Giugno 2024

 

Recent Posts